24/04/2018

Andrea Galeazzi: come scegliere la videocamera di sorveglianza più adatta alle vostre esigenze

Dopo aver provato numerose videocamere di sorveglianza, sfrutto l'occasione per farvi un breve riassunto e darvi una panoramica generale per scegliere quella più adatta a voi. Perché si, tutti dovremmo averne una!

Shutterstock / Di Andrey Popov

Queste videocamere di sorveglianza, ad oggi, non vengono considerate dei veri e propri sistemi di sicurezza certificati, ma i vantaggi sono molti e non indifferenti. Innanzitutto, possono essere controllate da remoto con un semplice smartphone grazie all'apposita app dedicata. Hanno costi che, paragonati ai classici (arcaici) sistemi di sorveglianza, risultano irrisori e quindi potrete sorvegliare la vostra abitazione senza spendere un patrimonio. Altra cosa fondamentale, le videocamere IP non richiedono l'intervento di tecnici esperti o di lavori invasivi nelle mura domestiche data la loro semplicità di installazione.

Ora veniamo al dunque, quali videocamere di sorveglianza ho provato?

Ezviz è un buonissimo ecosistema ed è ricchissimo di prodotti. In questo ambito è fondamentale che non ci siano instabilità o crash e devo dire che in questo anno di utilizzo non ne ho avuti. Dove pecca? Manca di qualche funzione in più, sia lato software che per quanto riguarda l'App. Manca ad esempio la funzione di Geotag, ma ci l'NVR che aggrega le camere, camere da esterno, camere da interno.

Inizialmente ho provato il kit antifurto A1, ottimo per casa e piccoli uffici e che si trova oggi ad un prezzo di 170€ circa. Comprende una centralina Wifi alla quale si collegano fino a 32 sensori tramite radiofrequenza.

Molto interessante la Hikvision Mini Pano che riesce a controllare un'intera stanza grazie alla sua ottica fisheye a 360° e la Husky Air che si occupa della sorveglianza outdoor, anch'essa ben riuscita e con un'ottima portata (ben 50m). Parliamo di prezzi dell'ecosistema: Hikvision DVR che viene venduto a 299€, la Mini Pano si trova intorno ai 150€, la Husky Air si trova intorno ai 129€e, infine, la Mini O la si trova a 56€.

Sempre di Ezviz ho provato la C6B e la C6T, molto interessanti per il motion audio tracking. La B ha una piccola marcia in più a riguardo, poichè sfrutta l'audio bi-canale: è quindi possibile parlare alla camera e ascoltare contemporaneamente.

Attualmente si trovano a circa 108€ e 95€ rispettivamente.

Per quanto riguarda Netgear, ho provato il sistema ArloArlo Pro.

Risale a Marzo 2016 la recensione di Arlo e mi aveva entusiasmato il fatto di avere un sistema d video sorveglianza completamente wireless, anche lato alimentazione. L'alimentazione è infatti gestita tramite pile la cui durata è stimata attorno i 6 mesi (verificati in base al mio uso che è di 3/4 rilevazioni quotidiane).

Le Arlo non sono dotate di microfono ma sono facilmente configurabili sia da smartphone che da sito web. E' un ecosistema abbastanza chiuso, si utilizza l'app Arlo per l'impostazione e la visualizzazione ma non si possono usare NAS o App di terze parti. Tutte le registrazioni video vengono immediatamente salvate nel cloud di Netgear. Gratuito il piano base che consente 7 giorni e 1gb di storage per mantenere le registrazioni (si possono comunque scaricare sul pc). Se vogliamo più spazio, o collegare più camere, dobbiamo passare ai piani a pagamento, da 8,99 a 13,99 euro/mese.

Arlo pro si compone di una nuova base che incorpora una sirena e di una nuova telecamera. La nuova cam ha le batterie ricaricabili tramite micro USB. Altra novità la presenza di un audio bidirezionale e una qualità video decisamente migliorata. L’app rimane una delle migliori in circolazione, con una marea di settaggi e trigger per azionare la sirena che può essere fatta partire anche manualmente da app.

Dolcis in fundo il sistema NETATMO. Si compone di Welcome e di Presence. Il punto di forza della prima è il rapporto qualità prezzo, della seconda l'integrazione con una lampada da esterni. Ma il GRANDISSIMO PLUS di entrambe è la possibilità di riconoscimento dei volti. Le camere sanno chi passa davanti la camera e, discriminando tra persone conosciute e sconosciute, può fornirci allarmi o meno in base ai nostri settaggi. Davvero molto molto smart. Presence riconosce anche gli animali e le auto per evitare falsi allarmi.

E ora non avete più scuse per rimandare l'acquisto di un sistema di videosorveglianza casalingo (che ovviamente non si sostituisce a un sistema antifurto professionale ma è sempre meglio di niente!).


Andrea Galeazzi, blogger di tecnologia